3. Il "fuori tema" nelle prove Writing e Speaking


 

I candidati italiani all’esame IELTS mostrano un’incidenza statistica del fuori tema molto maggiore dei candidati provenienti da altri paesi.  

E' un problema dilagante nella prova Writing, sia nel task 1 (grafico o lettera) che nel task 2 (essay, in cui é ancora più preponderante) e molto ricorrente nella prova Speaking, in tutte le risposte alle domande ma in particolare in quelle della parte 3 (la più complessa).   

L’incidenza del fuori tema per gli studenti italiani è di circa il 75%: molto alto, dunque.

Nonostante la presenza di parole difficili o sconosciute nei titoli dei Writing task o nelle domande dello Speaking e la difficoltà di capire l'accento dell'esaminatore alla prova orale, il problema degli italiani non è mai il “non capire la domanda”, ma… sbagliare la risposta, andando fuori tema.  

In pratica, pur avendo compreso la domanda, gli italiani non vi rispondono in maniera adeguata e non dicono all'esaminatore ciò che si aspetta di "sentirsi dire". 

Ciò che é peggio é che non se ne rendono conto e continuano imperterriti fino alla fine, convinti di aver fatto una buona prova, per poi stupirsi enormemente del risultato ottenuto, che molto spesso confutano richiedendo la rivalutazione della prova, pagando la tariffa extra richiesta!  

Questo dichiarò Alessia, laureanda in Lingua e Letteratura Inglese all’università di Milano, davanti al suo primo task 2 corretto e valutato dal suo tutor personale IELTS:

“Eppure ho scritto tantissimo e ho detto un mucchio di cose! Come posso aver meritato una valutazione così bassa nel tema?”

Così lamentò al telefono Tommaso, studente alla facoltà di Economia di Torino, corso di laurea in lingua inglese, il giorno in cui ricevette i risultati del suo primo esame IELTS.

“5.5 allo speaking!!!! Ma non ho smesso di parlare! L’esaminatore annuiva tutto il tempo, sorrideva, le domande non erano difficili, ho capito tutto, ero certissimo di aver fatto un’ottima prova! Evidentemente ho sbagliato a prepararmi da solo, ora a causa di questa prova dovrò ripetere l’esame… che perdita di tempo e soldi!!! :(”

Prevenire é meglio che curare.... diciamocela tutta!

Sia per Alessia che per Tommaso, la causa del problema fu proprio il fantomatico "fuori tema".

Il rischio di andare fuori tema riguarda tutti? E qual è la causa? 

Essenzialmente, la causa è che lo studente che si prepara sui manuali, sul materiale in rete o frequenta corsi di preparazione all'esame non sa ciò che l’esaminatore si aspetta di leggere nel Writing o di sentirsi dire nella prova Speaking per considerare la tua risposta “a tema”.   

Per sapere queste cose, bisogna lavorare fianco a fianco con un esaminatore IELTS! 

Se sei un candidato italiano, il rischio riguarda anche te, in prima persona.   

E non ne sei consapevole. 

Nella prova Speaking, ti sentirai disorientato di fronte a domande che ti parranno fin troppo generali, quindi per non sbagliare tenderai, da italiano, a fare un discorso generale, certo che, in un modo o nell’altro, parlerai comunque dell’argomento.   

In realtà girerai intorno all’argomento, generalizzando, senza però sviluppare la domanda nel modo in cui ti è stato chiesto. Uscirai dalla prova orale contento di “aver parlato tanto”, senza considerare che “parlare tanto” è dato per scontato in una prova Speaking… ciò che conta è ciò che è hai detto nel parlare tanto! 

Nella prova Writing, in particolare nel task 2, ti viene chiesto di sviluppare due diversi tipi di testo scrivendo almeno 400 parole in totale in un’ora, 150 per il task 1 e 250 per il task 2.   

E che saranno mai?! Basta scrivere, e se mancano le idee al massimo uno allunga un po’ il brodo… 

Gli italiani sono bravissimi in questo, si sa! L’importante é scrivere!   

Da italiano, correrai un altissimo rischio di finire con il produrre un “fuori tema di un fuori tema di un fuori tema”, ottenendo un band score finale basso in questa prova. 

In sostanza: nelle prove in cui è richiesta una competenza “attiva”, ossia nel Writing e nello Speaking, una delle penalizzazioni di punteggio più diffuse tra gli italiani è dovuta all'incapacità di sviluppare l’argomento centrale della domanda in modo completo e coerente, producendo molto spesso una risposta fuori tema.   

Lo studente italiano infatti spesso parla e scrive bene, con una buona grammatica e una buona competenza linguistica, ma l’argomentazione che propone è totalmente o parzialmente fuori tema. Per questo ottiene penalità che riducono il punteggio.

Inoltre, spesso la sua argomentazione al Writing e allo Speaking è infarcita di informazioni non rilevanti, inserite “per allungare il brodo”. Questa pratica, tutta italiana, comporta un’ulteriore perdita di punteggio poiché qualunque informazione non correlata all’argomento o comunque troppo generale non otterrà punteggio ma sarà anzi penalizzante.   

In tantissimi casi lo studente sarà dunque costretto a ripetere l’esame, a volte solo a causa di mezzo punto in meno in una delle due prove rispetto all’obiettivo! 

Abbiamo detto "Prevenire é meglio che curare". Se vorrai raggiungere il tuo obiettivo di punteggio, dovrai innanzitutto imparare a riconoscere ed escludere il fuori tema. 

Nel Writing test, utilizza le seguenti indicazioni ogni volta che fai pratica: 

 

1. concentrati attentamente sulla domanda e cerca di evidenziare bene gli argomenti-chiave su cui strutturare la risposta, sottolineandoli 

 

2. pianifica la risposta con attenzione facendo una scaletta, escludendo gli elementi non strettamente rilevanti, e torna spesso indietro al titolo per controllare di non essere andato “oltre” 

 

3. determina la struttura della tua risposta secondo i dettami della composizione scritta in lingua inglese (molto diversi da quelli italiani), i requisiti previsti dal task 1 e task 2 e i criteri di valutazione della prova Writing per il punteggio che devi ottenere (non sottovalutare questo punto!) 

 

4. prima di iniziare la stesura del task, controlla un’ultima volta che la scaletta risponda a tutte le parti richieste dal titolo e non solo ad una parte e che le idee in elenco rispondano effettivamente alla domanda   

 

5. procedi con la stesura, avendo cura di non allungare il brodo e non ripetere mai ciò che hai già scritto 

 

6. rispetta la scaletta degli argomenti che hai preparato! 

 

Se lavorerai con metodo e logica, escluderai il fuori tema ed eviterai questo tipo di penalizzazione di punteggio nella prova Writing. 

 

 

Nello Speaking test, non avrai tempo di pianificare la risposta come al Writing, né sarà necessario strutturarla in maniera complessa come al Writing. 

Tuttavia, dovrai assicurarti di aver risposto alla domanda e proposto un’argomentazione rilevante e ben strutturata.   

Nella pratica per lo Speaking test, segui i seguenti consigli:   

1. mentre rispondi, non dimenticare mai la domanda: eviterai di perderti in argomenti poco rilevanti 

 

2. centra immediatamente la risposta alla domanda, lasciando alla fine eventuali argomentazioni “extra” o meno rilevanti, senza dedicarvi troppo tempo (non più di 1/5 della risposta) 

 

3. cerca di produrre un’argomentazione convincente e ben strutturata, ti aiuterà a mostrarti sicuro delle tue capacità 

4. collega bene le varie parti della risposta, in particolare quelle meno rilevanti, per guidare l’esaminatore nella tua esposizione 

5. fai pratica costante, soprattutto sulle domande della parte 2 (l’esaminatore avrà due minuti di tempo per controllare quanto sei bravo ad argomentare) e della parte 3 (le domande saranno più complesse, l’esaminatore vorrà vedere fino a che punto arriva la tua capacità di argomentare). 

Se riuscirai ad applicare questi semplici consigli generali fin dalla tua pratica per la prova orale, eviterai di produrre una risposta fuori tema e non incorrerai nella relativa penalizzazione nella prova Speaking.

A livello generale, ti sarà ormai molto chiaro che il lavoro di strategia risulterà essenziale ai fini del tuo risultato finale. Non sottovalutare questa parte fondamentale!

http://www.esameielts.it/Esercitazioni_Writing_e_Speaking.html

Se vuoi ottenere il tuo obiettivo di punteggio nelle prove “attive”, dovrai presentarti all’esame certo al 100% della tua capacità di centrare il tema in entrambi i Writing task, qualunque sia l’argomento di cui sarai chiamato a trattare e nei tempi previsti, e di aver raggiunto la flessibilità per rispondere a qualunque domanda dello Speaking test risultando convincente e ben organizzato, senza tentare la fortuna e rischiare di dover ripetere l’esame, come normalmente fanno i candidati italiani all’esame IELTS. 

La pratica costante degli strumenti giusti sarà la tua carta vincente!

Cerchi altri consigli per la preparazione dell'esame IELTS? Leggi i Consigli dei Tutor IELTS

Vuoi ottenere il punteggio 7 con un percorso intensivo a costi ridottissimi? 
Preparazione all'esame in due settimane a 100 euro

seguici